SIMET - Sistema Integrato di Monitoraggio dell’Economia del Territorio di Forlì-Cesena

Offerta formativa
  • Corsi di Formazione: Gestione del Rischio ed evoluzione dei Sistemi di Gestione: Qualità - Ambiente - Energia Leggi
  • Corso per Sistemisti SA8000:2014 Leggi
  • Il Rating di legalità. Come migliorare la posizione dell'azienda nelle graduatorie dei bandi della PA e nel rapporto con le Banche Leggi
  • Corso per la gestione della catena di fornitura secondo la norma SA8000:2014 Leggi
  • Corso di introduzione alla nuova linea guida UNI ISO 26000 sulla responsabilità sociale delle organizzazioni Leggi
  • Corso per gestire gli elementi di sistema verso SA8000:2014 Leggi
  • Corso Internal auditor SA8000:2014 Leggi

Misurare e monitorare le dinamiche economiche del territorio

Immagine paragrafo - Misurare e monitorare le dinamiche economiche del territorio

La Camera di Commercio di Forlì-Cesena svolge da tempo un'intensa attività di raccolta, elaborazione e divulgazione di dati e valutazioni sui principali fenomeni e sulle dinamiche sociali ed economiche del territorio. Inoltre, conscia dell'importanza del patrimonio informativo raccolto, investe in progetti mirati al processo di informatizzazione, razionalizzazione ed elaborazione dei dati statistici: con questo obiettivo, il CISE è stato incaricato di sviluppare alcuni prodotti per la rilevazione a la gestione dei dati quali:
  • la directory delle aziende importatrici ed esportatrici della provincia;
  • il data base per la rilevazione dei prezzi sulla piazza di Forlì-Cesena;
  • il data base storico del registro delle imprese;
  • la demografia on-line;
  • un applicativo per la rilevazione ed elaborazione dell'analisi congiunturale.


A partire da questi presupposti e con l'obiettivo di costruire un sistema di rilevazione e misurazione delle dinamiche economiche il più completo possibile (integrando non solo i dati raccolti dalla Camera di Commercio ma anche l'ampia mole di informazioni provenienti da fonti locali, nazionali ed internazionali), nasce SIMET, un sistema di monitoraggio e valutazione dell'evoluzione delle variabili economiche del territorio, in grado di fornire agli attori istituzionali ed economici informazioni utili a supportare i processi di programmazione per lo sviluppo territoriale e gli strumenti per verificare l'efficacia delle iniziative intraprese.

Lo strumento

Nel 2003 il CISE in collaborazione con l'Ufficio Studi della Camera di Commercio di Forlì-Cesena ha intrapreso l'attività di progettazione di un sistema di lettura delle dinamiche economiche scomposto in temi rilevanti per il territorio misurabilii tramite indicatori. E' quindi stata avviata un'attività di ricerca delle banche dati sia del sistema camerale sia di quelle attive a livello regionale, nazionale ed internazionale finalizzata all'integrazione delle informazioni per fornire una copertura il più completa possibile delle variabili economiche individuate.

Parallelamente, è stata avviata l'attività di sviluppo dell'infrastruttura informatica in grado di immagazzinare questa ampia mole di dati. L'applicativo scelto è stato il data warehouse (letteralmente, il magazzino dei dati), un insieme di strumenti che forniscono:
  • flessibilità nell'importazione ed integrazione di banche dati anche eterogenee;
  • efficienza nell'interrogazione di gradi quantità di dati;
  • facilità di creazione di indicatori di sintesi;
  • consultazione delle informazioni via web con protezione del trasferimento dati mediante sistemi di crittografia;
  • accesso alle informazioni riservato ad utenti autorizzati;
  • analisi e "navigazione" interattiva dei dati sia di dettaglio che di sintesi;
  • creazione e distribuzione automatica di reportistica sviluppata ad hoc.

Inoltre, si è scelto di utilizzare tecnologie e modalità di sviluppo Open Source, privilegiando l'investimento in conoscenza per avere un pieno controllo degli strumenti sviluppati e per poter impostare un processo di trasferimento tecnologico verso il territorio.

Le banche dati

L'attività di sviluppo che ha portato nel tempo all'implementazione di circa 200 indicatori (ciascuno segmentabile secondo diverse classificazioni e criteri di analisi) relativi a varie tematiche: demografia, istruzione, imprenditorialità, commercio estero, impatto ambientale, innovazione derivati dall'elaborazione dei dati raccolti tramite numerose banche dati:
  • Demografia on-line: Bilancio demografico, popolazione per fasce d'età, aspetti sociali e movimento migratorio dei 30 comuni della provincia di Forlì-Cesena (fonte Camera di Commercio);
  • Indagine sulla congiuntura nelle imprese manifatturiere(fonte Camera di Commercio);
  • Stockview: Struttura e dinamica imprenditoriale, dimensione media aziendale, consistenza addetti, profilo imprenditori dei comuni della Emilia-Romagna e delle regioni italiane (fonte InfoCamere);
  • Rapporto Excelsior: personale dipendente partecipante a corsi di formazione nelle province della Emilia-Romagna (fonte Unioncamere);
  • Osservatorio Brevetti Unioncamere: Numero di brevetti europei pubblicati dall'EPO(European Patent Office) (fonte Unioncamere - elaborazione su dati EPO);
  • Demografia in cifre: Bilancio demografico, popolazione per fasce d'età, aspetti sociali e popolazione straniera residente dei comuni dell'Emilia-Romagna e delle regioni italiane (fonte ISTAT);
  • Coeweb: Valore delle importazioni ed esportazioni delle province italiane verso le nazioni estere (fonte ISTAT);
  • Serie storica del Prodotto Interno Lordo per le regione italiane (fonte ISTAT);
  • Investimenti in Ricerca e Sviluppo nel settore pubblico e privato delle regioni italiane (fonte ISTAT);
  • Valore della forza lavoro per le province dell'Emilia-Romagna (fonte ISTAT);
  • Numero di laureati e dottorati delle province italiane per corso di laurea (fonte Miur);
  • Diplomati nelle province dell'Emilia-Romagna (fonte Miur);
  • Dati sulla proprietà intellettuale: invenzioni, disegni, modelli di utilità, marchi (fonte Ministero dello Sviluppo Economico - Ufficio Italiano Brevetti e Marchi);
  • MUDA: Pressione ambientale in termini di rifiuti urbani e speciali prodotti e quantità di rifiuti gestiti dagli impianti nei comuni della provincia di Forlì-Cesena (fonte Ecocerved);
  • Crediti erogati da banche e altre istituzioni finanziarie per provincia italiana (fonte Banca d'Italia);
  • Bilancia tecnologica dei pagamenti per regione italiana (fonte Banca d'Italia);
  • Commercio internazionale di servizi per provincia dell'Emilia-Romagna (fonte Banca d'Italia);
  • Serie storica provinciale del Prodotto Interno Lordo (fonte Tagliacarne);
  • Popolazione per massimo titolo di studio conseguito - elaborazione su dati ISTAT (fonte Tagliacarne);
  • Venture Capital per la regione Emilia-Romagna (fonte AIFI);
  • Copubblicazioni pubblico-privato (fonte Thompson Reuters).

Inoltre, è attualmente in corso il progetto Anteros, promosso dalla Camera di Commercio insieme a Multifor scarl, con l'obiettivo di integrare dati aggregati relativi a paghe e fatturato in grado di fornire trimestralmente alcune importanti informazioni sullo stato delle imprese della provincia.

Gli output e i prodotti

La Camera di Commercio di Forlì-Cesena utilizza attivamente le informazioni raccolte ed elaborate in SIMET per supportare l'attività di Informazione Economico Statistica. In particolare, SIMET è utilizzato per l'automatizzazione di alcune pubblicazioni:e la redazione di alcuni spazi di approfondimento all'interno del "Rapporto sull'Economia".

Inoltre, SIMET è stato utilizzato anche dalla Camera di Commercio e dal CISE per la realizzazione delle diverse edizioni del "Rapporto sull'Innovazione della provincia di Forlì-Cesena", divenendo un utile strumento per la comparazione dell'economia locale con quella nazionale ed internazionale mediante gli indicatori definiti dall'Innovation Union Scoreboard (e prima dall'European Innovation Scoreboard).